sabato 13 dicembre 2008

Il labirinto dell’oscurità



La pillola di Mistero trasmessa questa sera a Siamo in Onda è dedicata alle leggende che parlano di segreti passaggi che collegherebbero alcuni luoghi: castelli, torri, chiese e caverne. Luoghi affascinanti e misteriosi, ma anche estremamente pericolosi.

Cunicoli che Il Lago dei Misteri va lentamente censendo con la collaborazione dei suoi lettori. Se conoscete una di queste leggende non esitate a segnalarcela.



Vi sono strade frettolose che corrono rapide e veloci. Altre si snodano lente, lungo le colline del lago, come a volervi invitare a guardarvi attorno, ad ammirare i paesaggi. Ci sono vie tranquille come i villaggi che attraversano, dove il tempo pare essersi fermato. Altre, sinuose come serpenti e altrettanto pericolose, se solo osate distrarvi un attimo.
Ci sono passaggi, infine, che non vedono mai la luce del sole. Non è facile trovarli, ma non per un problema di segnaletica, come accade per le strade di superficie. Non esistono frecce ad indicarli e potete mettervi alla loro ricerca solo seguendo le labili tracce di una leggenda.
I cunicoli collegano luoghi molto distanti tra loro e il loro tracciato è imprevedibile. Attraversano montagne e corsi d’acqua. S’immergono su una riva del lago per riemergere dall’altra parte, in un’altra fortezza o grotta sulla sponda opposta. Nel loro insieme costituiscono una rete fittissima nel sottosuolo, la cui mappa è impossibile ricostruire.
Lì sotto l’orientamento si perde, il tempo si ferma e la mente vacilla.
Alcuni sussurrano che molti cunicoli si collegherebbero ad una rete di passaggi molto più antica, scavata prima che la nostra specie apparisse sul pianeta. Gallerie che porterebbero in luoghi segreti, difesi da trabocchetti e parole d’ordine stabilite all’alba del mondo, in lingue non umane. Luoghi nel ventre della terra in cui sarebbero custoditi tesori inimmaginabili e oggetti capaci di donare al possessore virtù, forza, ricchezza.
Occorre solo trovare il coraggio di infilarsi nelle viscere della terra, per cercarli…

8 commenti:

  1. che bello...mi affascina da matti...... ciao buona domenica

    RispondiElimina
  2. Ciao Alfa, ma questi cunicoli sono in qualche modo ricollegati al mito degli gnomi, e dei loro tesori nascosti sottoterra?

    RispondiElimina
  3. @ bruno: i cunicoli sono davvero affascinanti.

    @ vele/ivy: così pare. in fondo gli gnomi sono maestri nell'arte di scavare.

    RispondiElimina
  4. Credo che la tentazione di costruire cunicoli sia antica...basti pensare all'Antico Egitto e a quante piramidi conservano ancora intatti cunicoli strettissimi e quanti altri ancora sono nascosti. Ma la domanda che mi assilla da tempo è: il mistero che avvolge queste credenze (gnomi che nascondono tesori o piramidi con botole o cunicoli costruiti per nascondere sarcofagi o ricchezze)nasce perchè essi sono reali o è la brama dell'uomo a voler credere che sia così?

    RispondiElimina
  5. Ho girato la tua domanda a due esperti, caro Steven.

    Il Maestro mi ha risposto che è la fantasia degli uomini a scavare i cunicoli.

    La Maga mi ha risposto che c'è una base di verità in tutto questo.

    Spero di aver risposto in modo esauriente alla tua domanda.

    RispondiElimina
  6. Ciao Alfa...grazie per la risposta.Voglio pensare che sia la seconda quella esatta perchè amo il misterioso e l'ignoto...però anche la prima merita riflessione.Grazie e ciaooo!

    RispondiElimina
  7. @ Steven: ^___^

    @ Pupottina: occorre molto coraggio per scendere in profondità...

    RispondiElimina

Lasciate una traccia del vostro passaggio, come un'onda sulle acque del Lago dei Misteri...

Post più popolari

Follow by Email

"Di un fatto del genere fui testimone oculare io stesso".

Ludovico Maria Sinistrari di Ameno.