martedì 17 giugno 2008

Alfa diario: un lago da... fiaba


Non succede spesso che nella presentazione istituzionale di una brochure turistica si faccia esplicito riferimento alle creature del Piccolo Popolo.
Forse in Irlanda capita più di sovente, ma certo qui in Italia è più raro. Se poi ciò accade nel Cusio la cosa diviene evento e non può essere taciuta da Il Lago dei Misteri.

Merita perciò una menzione speciale l’opuscolo “Un’isola di eccellenza” pubblicato nel 2008 dal Consorzio Cusio Turismo.

Nell’introduzione, presentando la “filosofy” del Consorzio, il Presidente descrive, con rara prosa ispirata, il fascino e la magia del territorio del “Cusio”.

Lasciamogli la parola.


«Qui potrete immergerVi in un territorio che rispetta l’Uomo e la Natura. Scoprirete un luogo di Cultura ed Arte, un’impareggiabile testimonianza della nostra religione cristiana tra Monasteri, Santuari e la Basilica di Suore Benedettine che ci rimanda ai collegamenti Europei della Fede e del Vaticano.


I nostri luoghi Vi insegneranno a credere alle favole, grazie alle piacevoli sensazioni che proverete visitando le nostre cantine dai pregevoli vini, i ristoranti stellati dove gustare i sapori del nostro territorio, e le tante trattorie, bar e ristoranti che rimandano ai sapori genuini ed ai bei ricordi, alle barzellette dei nostri nonni ed alle loro ricette intramontabili nei nostri cuori e nel palato: affetti indelebili che ricorderete gustando tutto questo.
Scoprirete facendo trekking con i Vostri bambini che gli gnomi e le fate esistono e che siamo noi a non vederli più perché abbiamo smesso di cercarli e di crederci. Guardando i colori del Lago con la sua regina, l’Isola, sentirete i Vostri sensi liberarsi e così capirete come Dio agisce.»

1 commento:

  1. Mi lasciano solo perplessi i ristoranti stellati. Che hanno stelle michelin? Che hanno prezzi stellari? Che non hanno il soffitto e dunque si mangia a lume di stelle?

    RispondiElimina

Lasciate una traccia del vostro passaggio, come un'onda sulle acque del Lago dei Misteri...

Post più popolari

Follow by Email

"Di un fatto del genere fui testimone oculare io stesso".

Ludovico Maria Sinistrari di Ameno.