mercoledì 8 ottobre 2008

La misteriosa grotta di Orta


E' il Filosofo a ricordarmi della sua esistenza.
Sono andato a trovarlo ieri. Ed era parecchio non mi facevo vedere nella sua bottega. Per fortuna il Filosofo non è permaloso e sa come prendere le cose della vita. Anche gli amici un po’ distratti…
«Ti ho sentito alla radio, sabato sera» mi dice sorridendo «e ho letto sul tuo blog che stai facendo il censimento delle cavità misteriose. Però ne hai dimenticata una importante, qui ad Orta: il “Bus d'l'Orchera".»
«Hai ragione!» annuisco. «E pensare che me ne ha pure parlato il Maestro, poche settimane fa.»

A beneficio dei lettori non cusiani che hanno la benevolenza di seguire questo blog da ogni angolo del mondo (vero, Mosarella? ;) ) credo sia opportuno tradurre: bus d'l'Orchera significa “Buco dell’Orchera” (o “dell’Orca”). Si tratta di una grotta situata sulle sponde di quel piccolo golfo che si trova a nord della penisola di Orta ed è denominato Bagnèra.
Secondo una leggenda venne ritrovato qui la vertebra che se ne sta a far mostra di sé nella sacrestia della Basilica dell’isola. Viene indicata come “osso del Drago” benché si tratti di una vertebra di cetaceo.
La grotta è davvero un luogo misterioso. Secondo alcuni un tempo era luogo di ritrovo degli ortesi che vi si rinfrescavano e la suggestione porta ad avvicinarla al mitreo di Angera. Il quale, per alcuni, sarebbe uno degli ingressi al mondo delle fate...
Purtroppo la grotta fu incorporata in una villa ed è quindi inaccessibile. Solo una coincidenza? Come direbbe l’amico Lario3 noi crediamo di no!

5 commenti:

  1. Che gentile!!! Grazie di cuore per avermi citato e per il commento :-D
    CIAO!!!

    RispondiElimina
  2. Il Filosofo, il Maestro, la Maga... : conosci una marea di personalità!!!!

    ;-))

    Uno degli ingressi al mondo delle fate?? E non vi si può accedere?? Mmmm... una coincidenza sospetta, come minimo! Noooo, non è una coincidenza... noi crediamo di no, giusto??!!

    ;-))

    RispondiElimina
  3. Più personaggi, che personalità, cara Silvia ;))

    RispondiElimina
  4. Salve, mi chiamo Alberto e sono un volontario FAI. Durante la nostra prossima FAI Marathon (16 ottobre), che partirebbe dal Sacro Monte, sia il castello che la grotta saranno accessibili al pubblico con tanto di visita guidata.
    Cordiali Saluti Alberto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Interessante. Ma bisogna andarci di corsa o si può camminare? E quale castello?

      Elimina

Lasciate una traccia del vostro passaggio, come un'onda sulle acque del Lago dei Misteri...

Post più popolari

Follow by Email

"Di un fatto del genere fui testimone oculare io stesso".

Ludovico Maria Sinistrari di Ameno.