domenica 18 aprile 2010

San Giorgio ed il drago a Casale

Paolo Uccello - San Giorgio e il drago

C’è anche una curiosa “apertura della tana del drago” nell’ambito dei festeggiamenti in onore di San Giorgio a Casale Corte Cerro.

Se qualcuno, per trovare il coraggio di affrontare il drago, ha bisogno di un “aiutino” potrà certamente trovalo nella fontana del vino, allestita per l’occasione, o nella birra a cascata.

Ricordo però a questo proposito alcune raccomandazioni per l’aspirante cacciatore di draghi in merito all’assunzione di alcool.

1. Non moltiplicare, bevendo, le teste del drago.
2. Se per il trasferimento alla tana del drago impieghi mezzi diversi dal cavallo, bevi moderatamente.
3. Ricorda che il drago è astemio.

6 commenti:

  1. Una nuova sfida ..... miaoooooo

    RispondiElimina
  2. Cara Alfa: Entro nel tuo blog per dirti che continuo qui... Più nell'ospedale che in casa e che non dispongo di pc poiché mio marito l'usa per il suo lavoro. Mia figlia Lara sta posteando cose per me e quando ho forze è quando entro per salutare gli amici. Che abbia molta salute e molti baci di questa grancanaria. Gianna
    P.D: Il tuo blog sempre splendido!!!

    RispondiElimina
  3. Il drago non è astemio, assume alcool solo sotto forma di aspiranti uccisori di draghi alticci...

    RispondiElimina
  4. L'arcano s'inspessisce: manderemo la volante coll'etilometro.
    Bellissima la scelta iconografica, avanti così!

    RispondiElimina

Lasciate una traccia del vostro passaggio, come un'onda sulle acque del Lago dei Misteri...

Post più popolari

Follow by Email

"Di un fatto del genere fui testimone oculare io stesso".

Ludovico Maria Sinistrari di Ameno.