martedì 15 dicembre 2009

Risveglio da incubo per Alfa



Questa notte i sogni del nostro amico Alfa erano turbati. Si agitava come un pazzo per sistemare una serie di cose in un edificio fatisciente, arrabattandosi come poteva per soddisfare le crescenti richieste che gli provenivano da una folla di improbabili personaggi. Mentre l’angoscia saliva, una sottile inquietudine s’insinuava nel suo sonno. Gli sembrava di essere spiato da una presenza furtiva…
Aprì gli occhi improvvisamente e davanti a sé vide il volto di una bianca figura che si stava chinando su di lui.
Un inquieto Fantasma emerso dai suoi tormenti ultramondani per ricordare un antico torto subito? Un Vampiro desideroso di azzannargli la gola per placare la sua sete di sangue? Un Incubo venuto a sedersi sul suo petto per tormentare il suo giusto riposo? Uno Gnomo in procinto di accostare le proprie labbra a quelle di Alfa per rubargli il respiro? Un Ladro deciso a far confessare ad Alfa dove nasconde i soldi (non sapendo che Alfa non tiene soldi in casa perché vive a scrocco da una vita)? Questo certamente vi starete chiedendo.
E questo, effettivamente, avrebbe potuto chiedersi Alfa se solo fosse stato sufficientemente lucido e la sua mente non fosse stata ancora piena delle immagini dell’angoscioso incubo che stava oniricamente vivendo.
D’altro canto, svegliandovi improvvisamente nel cuore della notte, avreste voi la prontezza di spirito di chiedere ad una creatura pallida china su di voi nell’oscurità se Essa sia un Fantasma, un Vampiro, un Incubo, uno Gnomo o un Ladro? Permettetemi di dubitarne: in ogni caso sarebbe cosa alquanto bizzarra da parte vostra.
Alfa però non ebbe il tempo di porsi queste domande. E tanto meno di chiedere alla creatura se fosse un Fantasma, un Vampiro, un Incubo, uno Gnomo o un Ladro. Cosa che, come ho già detto, sarebbe stata alquanto bizzarra.
Contemporaneamente, mentre dalla sua bocca spalancata usciva un urlo di terrore la mano sinistra scattava da sola, mossa da un’autonoma volontà di difesa, colpendo in pieno il viso della creatura pallida china su di lui nell’oscurità.
L’urlo della creatura, colpita in pieno dal manrovescio di Alfa, gettò quest’ultimo nella costernazione, facendogli comprendere istantaneamente il suo tragico e involontario errore.
Soltanto allora Alfa si rese conto, infatti, di chi fosse le creatura. Non già di un Fantasma, di un Vampiro, di un Incubo, di uno Gnomo o di un Ladro si trattava, bensì di un Folletto. Anzi, di una Folletta, per la precisione.
Mentre questa consapevolezza dilagava nella mente assonnata di Alfa, Malikà si ritraeva tremante da lui, tenendosi la guancia offesa. Ci volle un po’ perché i due si calmassero, stringendosi finalmente in un abbraccio liberatorio.
Alfa si scusò, spiegando che la mano si era mossa da sola, mentre era ancora semiaddormentato, mossa da un automatismo rimastogli, presumibilmente, dai tempi in cui militava in una agguerrita gang giovanile.
Malikà raccontò che si era avvicinata in punta di piedi “per guardare quanto fosse caruccio il suo angioletto mentre dormiva”. Proprio così disse e quelli che conoscono Alfa la smettano cortesemente di sghignazzare perché, a differenza di Malikà, non l’hanno mai visto mentre dorme.
Alfa faticò non poco a calmare la sconvolta Malikà e gli ci volle parecchio tempo per placarla e farla addormentare.
Nonostante questo, la mattina successiva Malikà si aggirava borbottando tra sé, nel suo linguaggio da folletta, “l’è catif come 'l pecà!”*, evidentemente indirizzato ad un mortificatissimo Alfa.

Prima di lasciare il giudizio sulla vicenda ai lettori, occorre dire che tra i poteri di Malikà c’è anche quello di apparire quando meno te lo aspetti nel posto meno opportuno. Di questo però parleremo un’altra volta.

Ora, invece, dite la vostra:
Secondo voi Alfa è un angioletto caruccio mentre dorme? O è “catif come 'l pecà”* quando è sveglio?

Lago dei Misteri


*La frase significa “cattivo come il peccato”. Talora Malikà utilizza il temine “catif” in un’altra frase: "piscinin, brut e catif" (“piccoletto, brutto e cattivo”) che designa uno dei due personaggi di una famosa coppia. L’altro è il “gran gros e ciula” (“Grande, grosso e stupido”).


PS
Esaudiamo la richiesta di vedere una foto di Alfa mentre dorme...


15 commenti:

  1. Un po' uno un po' l'altro eh ?
    Saluti miagolosi alla bella folletta, dagli occhi innamorati e un cuore paziente. Miaooooooo

    RispondiElimina
  2. Beh, Lago, pubblica una foto di ALfa mentre dorme e sapremo giudicare!

    P.S:Alfa militava in una gang giovanile? Non ce lo vedo proprio a bordo di una moto col chiodo di pelle... comunque vogliamo, anzi PRETENDIAMO di conoscere i misteriosi trascorsi di Alfa e tutti i suoi (suppongo non pochi) peccatucci di gioventù!!!

    RispondiElimina
  3. Va bene, Favoloso, più tardi aggiungerò una foto al post.
    Sui miei trascorsi che dire? sono trascorsi, appunto.


    @ Fel: riferito!

    RispondiElimina
  4. Ma non ci credo Alfoso ......
    anche in versione gatto deliri.
    Senza speranza ....
    Ri-saluti miaooooooooooo

    RispondiElimina
  5. Beh, adesso che la foto è pubblicata, non c'è dubbio: Alfa sei un angioletto caruccio!
    Questo ovviamente ti scredita un po' agli occhi della comunità dei blogger che ti vedevano come il Dylan Dog del Lago d'Orta...
    vabbè ce ne faremo una ragione!!!

    p.S. Però non mi picchiare (seppur inconsapevolmente) Malikà altrimenti è capace di scagliarti contro tutte le potenze infernali!!!mislog

    RispondiElimina
  6. no, no, vogliamo leggere le avventure da teppistello di Alfa!!!
    Altrimenti S-C-I-O-P-E-R-O!!!

    O devo organizzare una raccolta di firme on-line???
    Guarda che ne sarei capace, eh?
    ormai ti sei compromesso irrimediabilemnte :-)

    RispondiElimina
  7. eheheheheh
    bella la foto del gattto!
    e povera Malikà!!!
    diciamo che Alfa potrebbe essere un agioletto terrorizzato dai suoi sogni...
    buon mercoledì ^______________^

    RispondiElimina
  8. Devo dire che Alfa quando dorme è un po' peloso, ma sembra caruccio!
    Ma povera Malikà, si è avvicinata con gli intenti più affetuosi e si è beccata un malrovescio!

    PS: Quoto Favoloso: SCIOPERO! SCIOPERO! Vogliamo le avventure del giovane Alfa-bullo! XP XP

    RispondiElimina
  9. Povera Malikà ha tutta la mia comprensione....:O)

    RispondiElimina
  10. ah cavoletti :D
    almeno i tuoi son incubi :D
    ahahahhahahahahhahahahahahaha

    RispondiElimina
  11. la doppia natura alfa! Almeno che il peccato sia origianle però...

    RispondiElimina
  12. @ Fel: si, senza speranza.

    @ Favoloso: chi ti dice che quando mi sveglio resto così? Non ti picchio, ma non fare troppo affidamento su Malikà ed i suoi poteri. Potrebbe scagliarli addosso a te. Per le mie scorribande giovanili vedremo...

    @ Pupottina: assolutamente terrorizzato!

    @ Vele: devo rassicurarti: sono peloso anche quando non dormo ;)
    Cosa sono queste minacce sediziose?

    Folletto Paciugo, non potevi che solidarizzare con la tua simile. Tieni conto che a me è venuto un mezzo infarto, in compenso.

    @ SaDiCa: no, questi sono schiaffoni veri.

    @ Giardigno. originalissimo anzichenò.

    RispondiElimina
  13. @Alfa: beh si.... gli schiaffoni son sempre veri... anche nei sogni :D

    RispondiElimina
  14. Hehehehehehe... l'ho anch'io la fotooooo!!!!!
    Ora sò che sei tu.... hihihihihi... prò dai sei caruccio... si si!!!
    Porella!!!
    Malikà armati bene prima di avvicinarti al pelosetto (specie quando dorme)...
    Ciao Alfa grazie della visita... con un abbraccio affettuoso lascio a te e Malikà una dolce serata... bacioni

    RispondiElimina
  15. @ SaDiCa: qui lo schiaffone purtroppo era fuori dal sogno :(
    Povera Malikà!

    @ Paola: basta svegliarmi nel modo giusto...

    RispondiElimina

Lasciate una traccia del vostro passaggio, come un'onda sulle acque del Lago dei Misteri...

Post più popolari

Follow by Email

"Di un fatto del genere fui testimone oculare io stesso".

Ludovico Maria Sinistrari di Ameno.