domenica 12 luglio 2009

L'inopportuno ospite quotidiano





Quasi ogni sera riceviamo la visita di un ospite non invitato. Si tratti di una grigliata sul lago, di un concerto all'aperto, di una festa danzante, lui si presenta, tossendo forte e facendo di tutto per attirare l'attenzione. Poi comincia a rinfrescarsi la gola in modo indecoroso facendo cadere dappertutto gocce sempre più abbondanti.
Infine comincia a ruggire, brontolare e strepitare, picchiando a destra e a sinistra, finché gli ospiti fuggono e gli organizzatori vedono il loro lavoro andare in fumo, talora letteralmente.
Che ci volete fare? L'estate, questa estate in particolare, è il regno del signor Temporale.

4 commenti:

  1. A volte sembra una vera e propria discoteca a cielo aperto! ;)

    RispondiElimina
  2. eheheheheh
    è vero!!!
    da me, però tutto si rovina a metà giornata e quindi per la sera non si fanno più grandi progetti, soprattutto all'aperto perché non si sa mai come possono andare a finire...

    RispondiElimina
  3. A me invece le visite del Sig. Temporale non sono per niente dispiaciute... almeno rinfresca il clima, così la domenica mattina possiamo andare a fare le nostre belle biciclettate senza boccheggiare!
    Sta per arrivare un'ondata di caldo, mi sa che rinpiangerò questi giorni di frescura...

    RispondiElimina
  4. Hai pienamente ragione!
    Si presenta sempre quando è sera e si vorrebbe tranquillamente svagare lo spirito in una calda notte d'estate.
    Mi sa che quest'anno sarà un ospite fisso....ciaooooo

    RispondiElimina

Lasciate una traccia del vostro passaggio, come un'onda sulle acque del Lago dei Misteri...

Post più popolari

Follow by Email

"Di un fatto del genere fui testimone oculare io stesso".

Ludovico Maria Sinistrari di Ameno.