mercoledì 6 maggio 2009

Cosa leggono gli scrittori: Giuseppe Lupo


Nell'ambito degli incontri "Cosa leggono gli scrittori" si è svolto ieri sera un interessante incontro con Giuseppe Lupo.


Giuseppe Lupo nasce ad Atella, insegna letteratura contemporanea presso l’Università Cattolica, sede di Brescia. Predilige il genere del romanzo storicoantropologico con proiezioni epico-picaresche e, sul versante saggistico, le intersezioni tra la letteratura italiana del Novecento e i linguaggi dell’espressività moderna.
Dopo aver vinto nel 1988 il Premio Teramo con un racconto inedito, ha esordito nella narrativa con il romanzo L’americano di Celenne (Marsilio 2000), con cui nel 2001 ha vinto il Premio Giuseppe Berto e il Premio Mondello, e nel 2002, in Francia, il Festival du premier roman.
Successivamente ha pubblicato i romanzi Ballo ad Agropinto (Marsilio 2004) e La carovana Zanardelli (Marsilio 2008), con il quale ha vinto il Premio Grinzane Cavour - Fondazione Carical 2008 ed il Premio Carlo Levi 2008.

6 commenti:

  1. non ho mai letto niente di suo. dovrò provvedere!
    interessante sapere cosa legge lui, prima di scrivere...
    buon mercoledì

    RispondiElimina
  2. Mmh... romanzo storico-antropologico suona bene... cercherò in giro per internet qualche trama dei suoi romanzi!

    RispondiElimina
  3. Mi stupisco sempre di quanti autori italiani non conosco! Provvederò a colmare la lacuna

    RispondiElimina
  4. Sono una sua allieva in quanto tiene anche un corso sulla letteratura industriale nella sede milanese dell'università cattolica.
    Ve lo posso assicurare, un insegnante/scrittore di altissimo livello, un uomo colto, simpatico e molto comunicativo.

    RispondiElimina
  5. Sono una sua allieva in quanto il professore tiene anche un corso, nella sede milanese dell'università cattolica, sulla letteratura industriale.
    Vi assicuro, un insegnante/scrittore di altissimo livello. Un uomo colto, simpatico e molto comunicativo.
    Buona lettura.

    RispondiElimina
  6. Grazie per la tua testimonianza, BabyNox!

    RispondiElimina

Lasciate una traccia del vostro passaggio, come un'onda sulle acque del Lago dei Misteri...

Post più popolari

Follow by Email

"Di un fatto del genere fui testimone oculare io stesso".

Ludovico Maria Sinistrari di Ameno.