lunedì 20 dicembre 2010

Dannati danni ai confini del mondo


Se dovessi indicare l’Elemento che meglio la rappresenta direi TERRA. Come le dure rocce, battute dal vento gelido e dalle onde del mare settentrionale, della Scozia, suo luogo di adozione e lavoro. Come il suolo con cui sovente ha a che fare, sotto forma di incidenti e ruzzoloni della più diversa natura. 
Perché di una cosa potete stare certi: quando entra in scena  lei qualcosa di tragicomico sta per accadere.

Vittoria A. – si legge su suo profilo – di nazionalità incerta, professione “capro espiatorio”, feroce mangiatrice di bocconcini di pollo, danzatrice del ventre goffa, grande appassionata di “Angelica femmina ribelle”, accanita sostenitrice del “non bisogna mai mollare l'osso!”
Uno strano destino ha portato la nostra blogger (trovate le sue tragicomiche avventure in http://dannatidanni.blogspot.com) a vivere nelle fredde terre di Scozia, in cui un tempo viveva il misterioso popolo dei Pitti e in cui ora si muovono curiosissimi personaggi.
Un universo di personaggi straordinari (che ho scoperto tramite un altro blog), che Vittoria giura essere autentici. Un capo che ha il suo ufficio al centro di un labirintico e gelido luogo di lavoro e che nel tempo libero ama travestirsi da donna. Vicini misantropi e alquanto bizzarri. Una madre lontana che pare voler complicare a tutti i costi la vita già tribolata della figlia.
E last but not least, Magda. Un personaggio di peso, in tutti i sensi, questa plurisposata produttrice di biscotti, che racconta curiose storie sulla vecchia Scozia e dispensa saggi consigli di vita e di cucina (che Vittoria pubblica sul blog). In entrambi i campi, quando i consigli paiono insufficienti, Magda ha sempre un rimedio infallibile, un liquido altamente alcolico che scalda il corpo e accende la fantasia. Indimenticabili anche certe sue ricette tradizionali, come il Black Pudding, che prepara con sangue rappreso di maiale “buonissimo e pieno di ferro…”

Oltre che nel blog, potete trovare le (dis)avventure di Vittoria nel libro che ha scritto, “Dannati danni”.

La foto è presa dal suo blog, per la precisione da questo post.

7 commenti:

  1. Quanto adoro le Isole Britanniche!! Infatti stiamo già programmando un viaggetto in Scozia...

    RispondiElimina
  2. Amo la Scozia! Corro a leggere "Dannati Danni"

    RispondiElimina
  3. La Vittoria è mitica, leggerla è un vero piacere ..... miaaaooooo

    RispondiElimina
  4. Ecco, la Scozia è uno di quei posti che voglio assolutamente vedere. Dopo essere riuscita a vedere l'Irlanda, il mio prossimo sogno è raggiungere anche questa terra! Sono paesi che mi affascinano un sacco, ricchi di leggende e di paesaggi mozzafiato.
    PS: vado a curiosare sul blog che hai segnalato.

    RispondiElimina
  5. @ Mc Glen: lo so bene, guarda il post precedente... ;)

    @ Tenar e Vele: andate e non ve ne pentirete!

    @ Fel: sì, è mitica!

    RispondiElimina
  6. @Alfa: Chiedo umilmente venia, ma me lo avevo tralasciato! Ah, fretta tiranna!! ;)

    RispondiElimina
  7. Come posso ringraziarti adeguatamente e anche come posso scusarmi di non essere passata prima. Ma credimi, le intemperie locali mi hanno tenuta bloccata al telefono e in stazione tentando di far tornare in Italia un parente disperato che e' dovuto rimanere qui tre giorni in piu' del previsto, al freddo e senza piu' biglietto aereo. Siamo riusciti a rimpatriarlo solo ieri alle 10 di sera, e ora eccomi qui! Grazie di cuore, il tuo post mi ha commosso (e lo dico sul serio). Grazie!

    RispondiElimina

Lasciate una traccia del vostro passaggio, come un'onda sulle acque del Lago dei Misteri...

Post più popolari

Follow by Email

"Di un fatto del genere fui testimone oculare io stesso".

Ludovico Maria Sinistrari di Ameno.