giovedì 9 dicembre 2010

Amicizia felina



Se dovessi individuare l’Elemento che meglio la rappresenta sceglierei ARIA.
Perché è in essa che si muove, leggera e notturna sui tetti, con lo sguardo rivolto in alto. Cammina con passo felino e con la coda ti solletica il naso, costringendoti a levare lo sguardo alle stelle.
Alle stelle del cinema, quelle vere, quelle che hanno partecipato a quei film indimenticabili che sa descrivere con una naturalezza che riesce sempre a sorprenderti. I suoi post richiamano alla tua attenzione film che hai già visto o pellicole che ti sono sfuggite. In entrambi i casi riescono a fornirti un nuovo punto di vista, un motivo per guardare o rivedere quel film.
Ma Felinità, così la mia amica firma i post sul suo blog  http://felinita.blogspot.com, non limita i suoi interessi al cinema.
Con leggero tocco felino, usando la coda come un pennello, dipinge ritratti stupendi di famosi artisti offrendo anche in questo caso spunti interessanti per rileggere la loro opera. 
Naturalmente la misteriosa Felinità non esaurisce i propri interessi in questi argomenti, ma lascio a voi il piacere di scoprire il suo blog, se ancora non lo conoscete. Per me ormai è tempo, dopo un forte miagolio di saluto, di lasciare la città.

Prima però non posso non ricordare che a Genova si aggira  un altro  personaggio singolare. Bacci Pagano (cito Wikipedia) “è un investigatore privato genovese, ironico e disilluso, amante della musica di Mozart, del buon vino e della buona tavola oltre che delle donne (fra le quali Mara, la sua compagna psicologa, che lo definisce analfabeta dei sentimenti, giudizio che Bacci ripete sovente a se stesso). Viaggia su una Vespa amaranto e non porta le mutande”. Secondo Bruno Morchio, lo scrittore che lo ha creato, Bacci Pagano starebbe sempre dalla parte dei perdenti perché “figlio di un operaio genoano e comunista”. 

Infine, se volete scoprire questa Genova popolare e misteriosa, vi consiglio il ricchissimo sito http://www.creuzadema.net che già dal titolo richiama una famosissima canzone del cantore di Genova, Fabrizio De André.

8 commenti:

  1. Anche io sceglierei l'aria... si muove ovunque, si fa sentire senza farsi vedere e porta tante sorprese...
    E anche io apprezzo le amicizie feline! Grazie a te, perchè vedendola spesso tra i tuoi commenti mi sono incuriosita ed ho vitrualmente iniziato ad andare a trovarla.
    Moderni misteriosi incontri!

    RispondiElimina
  2. Miaooooooooo00000000000000
    Alfoso che sorpresa folle e adorabile. Grazie del pensiero dedica, ne sono onorata e comossa.
    E'troppo divertente che io e Bacci Pagano siamo due personaggi nella stessa città - e pure genoani tutti e due - una dell'etere l'altro della letteratura, finzione e realtà si mescolano di continuo ....... misteri della mente umana per cui il sonaggio di Sherlock Holmes è come se sia esistito e Jack lo Squartatore sia una fantasia letteraria.
    Un abbraccio felpato a-micioso amico delle montagne dalla gatta gironzolante sulla batigia marina.

    RispondiElimina
  3. Genova mi ha sempre attirata e incuriosita, per me e' una citta' da scoprire! :)
    Bellissimo post e bellissimo il blog (tuo e di Feli)

    RispondiElimina
  4. @ Anna: si, il blog di Fel è proprio bello. Sono contento che tu l'abbia conosciuta tramite questo mio blog.

    @ Fel: ho voluto farti una sorpresa! mao!

    @ Vittoria: si, da scoprire, come la Scozia...

    RispondiElimina
  5. Ringrazio di cuore Anna e Vittoria oltre che te miao amico delle montagne e dei felini miao

    RispondiElimina
  6. Un carissimo saluto a Felinità!!
    anzi... mille fusa!

    RispondiElimina
  7. Eccomi, non c'entro niente, ma volevo commentare anch'io un post di argomento felino (ora a casa ne abbiamo ben 2 di mammiferi baffuti!).
    Ai felini sta bene l'associazione con l'elemento aria, ma secondo me anche con l'acqua, visto ocme sono sinuosi e riescono ad infilarsi anche negli interstizi più stretti ;-)

    RispondiElimina
  8. Grazie del tuo contributo felino, Vele.
    Il connubio gatto - acqua mi lascia scettico, invece. Non conosco molti gatti amanti dell'acqua.
    E l'aria passa negli interstizi molto più dell'acqua ad ogni modo.

    RispondiElimina

Lasciate una traccia del vostro passaggio, come un'onda sulle acque del Lago dei Misteri...

Post più popolari

Follow by Email

"Di un fatto del genere fui testimone oculare io stesso".

Ludovico Maria Sinistrari di Ameno.