mercoledì 30 aprile 2008

Occhi (nuovamente) spalancati sul Lago d’Orta.





Il servizio delle Iene sul Lago d’Orta, citato il 22 aprile scorso sul blog http://gondaun.blogspot.com/ (NB: si ricorda che l’articolo sarà visibile ancora per pochi giorni, prima di scomparire nelle nebbie…) ha avuto un inatteso sviluppo.

Il giornalista Marco Foti, di Pettenasco, si è preso infatti la briga di verificare quanto mostrato nel video e ha denunciato alcune incongruenze presenti nella narrazione e nelle immagini.

A far rimbalzare la notizia dalla carta stampata e dalla televisione direttamente nella blogosfera è stato, il 24 aprile, Ortablog (http://ortablog.blogspot.com/) che dal 2006 fornisce interessanti notizie e informazioni sul Lago d’Orta.

Mentre assistiamo all’emergere di una Contro-iena cusiana (non è da tutti far le pulci alle Iene, specializzate proprio nel far le pulci agli altri), il mistero della villa e delle sue "sensuali cerimonie" s’infittisce…

2 commenti:

  1. I giornali di ieri già titolavano "Bufala il servizio delle Iene", forse per salvare il buon nome del lago. Fossi in loro, però, farei trapelare altre notizie simili. I turisti del morboso arriveranno a frotte!

    RispondiElimina
  2. Questa strategia ha già funzionato in passato, ad esempio con il celebre ceso della "Matilde"...

    RispondiElimina

Lasciate una traccia del vostro passaggio, come un'onda sulle acque del Lago dei Misteri...

Post più popolari

Follow by Email

"Di un fatto del genere fui testimone oculare io stesso".

Ludovico Maria Sinistrari di Ameno.