lunedì 17 gennaio 2011

Pombia, tra storia e leggenda



Se volete passare un pomeriggio ascoltando storia e storie,vi consiglio questo evento.  

Ovviamente sarò presente, per cui se avete voglia di incontrarmi questa è l'occasione giusta... ;)





Nell’anno 590 Mimulfo, il duca longobardo dell’isola di San Giulio, veniva condannato a morte dal re Agilulfo con l’accusa di alto tradimento per essersi accordato con i Franchi che l’anno precedente avevano invaso l’Italia. La storia di Mimulfo è stata per lungo tempo oggetto di dibattito tra gli storici. La vicenda, infatti, presenta tuttora molti aspetti oscuri in quanto i cronisti dell’epoca appaiono reticenti sulle reali motivazioni della sentenza. Per contro l’episodio si situa in un momento storico cruciale, che vede la presenza dei Longobardi in Italia trasformarsi da occupazione militare in un regno destinata a durare un paio di secoli. 





Da questo misterioso fatto storico, che trova alcuni riscontri anche in alcuni ritrovamenti archeologici della fine del Seicento, prende le mosse “Il gastaldo” un lungo racconto scritto da Andrea Del Duca, premiato nel 2010 al concorso letterario “I Cento castelli di Novara” e pubblicato nel volume “L’anima della collina del castello e altri racconti“, ed. Il Piccolo Torchio, Novara 2010 (scaricabile da questo link).

L’occasione per riscoprire le origini della Langobardia medievale sarà fornita dall’incontro “Pombia, tra storia e leggenda” organizzato dall’Assessorato alla cultura Comune di Pombia, con il patrocinio dell’Associazione culturale “Parco Ludovico il Moro - I Cento castelli di Novara”, sabato 22 gennaio 2011 alle ore 16 presso la Sala Teatro del Centro Sociale, in Via Garibaldi 16 a Pombia.

Intrecciando dati storici e ricostruzione narrativa, l’autore de “il Gastaldo”, archeologo e appassionato narratore di storie, parlerà di “Flavia Plumbia”, località che vede intrecciarsi la storia di Mimulfo con quella di un altro grande protagonista del medioevo, Arduino dei conti di Pombia, Marchese d’Ivrea e Re d’Italia dal 1002 al 1014. 

All’incontro parteciperà Marilena Roversi, Coordinatrice progetto “Parco Ludovico il Moro - I Cento castelli di Novara”, mentre le letture saranno affidate alla voce di Fulvio Julita. Seguirà rinfresco.

1 commento:

  1. Pombia è luogo ricco di storia e di vestigia del passato.
    Da Golasecca ai Longobardi,dai manieri alle chiese, ogni pietra,ogni reperto,ogni leggenda
    profuma di passato.

    RispondiElimina

Lasciate una traccia del vostro passaggio, come un'onda sulle acque del Lago dei Misteri...

Post più popolari

Follow by Email

"Di un fatto del genere fui testimone oculare io stesso".

Ludovico Maria Sinistrari di Ameno.