venerdì 13 febbraio 2015

Tolkien nell'inferno della Somme


Nel 1915, all’età di 24 anni, Tolkien si arruolò nell’esercito britannico prendendo parte alla Prima Guerra Mondiale (1914-1918). La sua esperienza fu breve ma tragica. 

Tolkien, che serviva come ufficiale nell’Undicesimo reggimento dei Fucilieri del Lancashire, perse al fronte due dei suoi migliori amici e altri compagni di studi. 

Nel 1916 prese parte alla Battaglia della Somme. Per cinque mesi un armata di 118 divisioni francesi e britanniche tentò di sfondare le linee fortificate nemiche, difese da oltre 60 divisioni tedesche. Alla fine gli Alleati erano avanzati al massimo di 8 km. Ma nella terra di nessuno disseminata di cadaveri, nelle fosse lasciate dalle bombe e riempite dalla pioggia e dal fango erano caduti centinaia di migliaia di soldati di entrambe le parti. 

Tolkien, ammalatosi dopo tre mesi nel fango delle trincee, fu rimpatriato. Convalescente nel letto di ospedale scrisse la “Caduta di Gondolin”. Più tardi, nel “Signore deli Anelli” descrisse le Paludi Morte, ubicate a nord-est del Morannon, dove un fetore soffocante stagnava nell'aria immobile sopra le acque che ospitano i corpi dei combattenti.

Nessun commento:

Posta un commento

Lasciate una traccia del vostro passaggio, come un'onda sulle acque del Lago dei Misteri...

Post più popolari

Follow by Email

"Di un fatto del genere fui testimone oculare io stesso".

Ludovico Maria Sinistrari di Ameno.