mercoledì 11 febbraio 2015

Cronaca nera


La domenica prima del Carnevale dovrebbe essere un momento di festa, invece una discussione tra conoscenti è sfociata in una drammatica rissa, che ha coinvolto numerose persone. 

Ad avere la peggio è stato Bartolomeo Tartagna. Gravemente ferito, le sue condizioni sono apparse subito estremamente gravi, tanto che nonostante i soccorsi si è spento poco dopo. 

Colpito alla gola anche Gaudenzio Fortis, ma benché la ferita potesse avere conseguenze più gravi, è stato fortunatamente giudicato fuori pericolo.

A dare il via alla collutazione pare sia stato lo stesso Bartolomeno Tartagna, ben conosciuto in paese come uomo squilibrato, violento e facinoroso.

Testimone del fatto il notaio ortese Elia Olina, che ne lasciò notizia nel suo diario, nella cronaca dell’anno 1546. Egli aggiunse che il “suddetto Bartolomeo… da vivo non combinò che mali, procurandosi così la morte. Era odiato da quasi tutti i rivieraschi e anche dai suoi familiari.”

Sempre Olina ci informa che negli stessi giorni, per intercessione di suo padre Giovanni e di altri amici, fu fatta la pace tra gli uomini di Armeno e quelli di Miasino.

Con buona pace di quanti rimpiangono costantemente il buon tempo antico, quando non c’era internet a rovinare la gioventù…

6 commenti:

  1. mmm...Bisogna vedere se è peggio una rissa da strada o una su internet (come si chiama? flamequalcosadelgenere)...:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho idea, ma certo spesso fanno morti e feriti anche quelle!

      Elimina
  2. Quasi alla fine di ogni lezione di storia i miei alunni commentano "allora non c'è andata tanto male ad essere nati oggi". No, cari, nonostante tutti i guai del presente non è andata così male...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa nascere nel Paleolitico, se uno/a è freddoloso/a!

      Elimina
  3. Dipende da come si usa internet .. :) Questo Bartolomeo però un pochino mi sembra che la sia cercata ..
    A presto .. Dream Teller ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A sentire l'Olina se l'era proprio andata a cercare!

      Elimina

Lasciate una traccia del vostro passaggio, come un'onda sulle acque del Lago dei Misteri...

Post più popolari

Follow by Email

"Di un fatto del genere fui testimone oculare io stesso".

Ludovico Maria Sinistrari di Ameno.