venerdì 30 gennaio 2015

Tolkien e gli "Inklings"



Negli anni Trenta Tolkien diede vita o prese parte a diversi gruppi letterari informali. Il più fortunato, i cui partecipanti si chiamavano “Inklings”, durò molti anni riunendo vari professori universitari e scrittori, che amavano leggere ad alta voce e ascoltare brani delle opere in lavorazione. 

Fu questo ristretto circolo a udire per la prima volta, dalla voce di Tolkien, le storie de “Il Signore degli Anelli”. 

Le riunioni degli Inklings si svolgevano il martedì a pranzo nel pub “The Eagle and Child” e il giovedì nella camera di C.S. Lewis, grande amico di Tolkien conosciuto in tutto il mondo per i numerosi romanzi fantascientifici e fantastici come, ad esempio, quelli de “Le cronache di Narnia”.

4 commenti:

  1. Che bello!! Chissà se esistono ancora oggi questi circoli (di questo livello intendo eh)...

    RispondiElimina
  2. Gli Inklings sono considerati uno dei circoli letterari più influenti. Se consideri i nomi degli autori coinvolti e la qualità dei loro lavori ci sono ben pochi confronti simili.

    RispondiElimina
  3. Sarebbe stato bello essere uno dei clienti del locale dell'epoca e sarebbe bello che ci fossero iniziative uguali a queste! ^^
    A presto ... Dream Teller ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo confessare che una volta ho sperato di poter aiutare la nascita di qualcosa di almeno lontanamente simile. ma il mio sogno si è infranto contro la dura realtà: non si fanno i pranzi di nozze coi fichi secchi...

      Elimina

Lasciate una traccia del vostro passaggio, come un'onda sulle acque del Lago dei Misteri...

Post più popolari

Follow by Email

"Di un fatto del genere fui testimone oculare io stesso".

Ludovico Maria Sinistrari di Ameno.