mercoledì 7 gennaio 2015

Omaggio, involontario, alle donne



Alcune gentili lettrici ieri hanno vissuto momenti di malumore per via di tutta una serie di auguri piovuti improvvisamente, ma non inaspettatamente, da parte di maschi più o meno vicini.

“Ma come? Ti dimentichi del nostro anniversario e mi fai gli auguri il giorno della Befana?!?”

Vorrei tranquillizzare le gentili lettrici, ricordando loro ciò che ci insegnano le antiche leggende.

Esse raccontano che nella Donna vi sono tre Dee: la Fanciulla, la Donna e la Vecchia, che incarnano il ciclo, anche mensile, della vita femminile. O se vogliamo i ruoli di Figlia, Madre e Nonna. Ognuna ha i suoi lati positivi: la Vecchia, in particolare, è la saggia portatrice di sapienze antiche. 

Pertanto quando gli uomini fanno gli auguri alle “Befane” stanno, per lo più inconsapevolmente occorre dirlo, augurando vita lunga e celebrano la saggezza antica implicita e presente già nella Figlia. 

La festa della Befana del resto è allegra e carnascialesca e si presta agli scherzi. La Vecchia lo sa e dall’alto della sua scopa sorride benevola.


6 commenti:

  1. Che sia per spirito di leggenda o per spirito giocoso, gli auguri a me, befANNA, son sempre graditi! :-D
    Buon nuovo anno, caro Alfa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah, bello il gioco di parole! Come dire... ti dona!

      Elimina
  2. Grazie di queste riflessioni delicate e gentili.

    RispondiElimina
  3. Vero, tre come le facce di Giano (due opposte e una nascosta), e di chi prima di lui...Buon Giro di Ruota e buona Befana!

    RispondiElimina

Lasciate una traccia del vostro passaggio, come un'onda sulle acque del Lago dei Misteri...

Post più popolari

Follow by Email

"Di un fatto del genere fui testimone oculare io stesso".

Ludovico Maria Sinistrari di Ameno.