venerdì 17 aprile 2015

Tolkien e l'amore



Tolkien all’età di 16 anni si innamorò di Edith Bratt, che aveva tre anni più di lui. La ragazza, che come lui era orfana, ricambiò i suoi sentimenti. Il tutore di Tolkien, che era un sacerdote cattolico, temendo che potesse tornare al protestantesimo per sposare Edith, gli proibì di vederla finché non avesse raggiunto la maggiore età, che all’epoca iniziava a 21 anni. In quel lungo periodo Tolkien non la dimenticò mai e le rimase sempre fedele. 

Quando finalmente diventò maggiorenne dopo anni di silenzio le scrisse una lettera d’amore. La ragazza rispose che pensava che lui l’avesse scordata e nel frattempo si era fidanzata con un altro. Tolkien partì immediatamente e incontrò Edith sotto un viadotto ferroviario, chiedendole di diventare sua moglie. Lei accettò, restituì l’anello di fidanzamento, si convertì al cattolicesimo e lo sposò.

Sulla loro tomba Tolkien volle che fossero incisi i nomi Luthien per Edith e Beren per se stesso. Luthien, la più bella fra tutte le figlie di Ilúvatar, aveva rinunciato alla sua immortalità per amore verso il guerriero umano Beren e i due non furono mai divisi, né in vita né in morte. Il loro amore, narrato nel Silmarillion, fu rivissuto, all’epoca della guerra dell’Anello, da Aragorn ed Arwen.


Nessun commento:

Posta un commento

Lasciate una traccia del vostro passaggio, come un'onda sulle acque del Lago dei Misteri...

Post più popolari

Follow by Email

"Di un fatto del genere fui testimone oculare io stesso".

Ludovico Maria Sinistrari di Ameno.