domenica 19 aprile 2015

Il ladro

Scarica da qui A6 Fanzine n. 28


Voi che abbracciate le sorti degli infelici levate la testa. Voi che vi precipitate a soccorrere gli afflitti, cessate le vostre attività e udite. Voi che avete a cuore la Giustizia ascoltate il mio grido di dolore levarsi alto nel cielo!

C’era una piccola creatura che aveva trovato una cosa preziosa e la teneva stretta nella sua umile dimora, custodendola gelosamente. Ma ecco che un giorno un ladro gliela sottrasse con l’inganno, lasciandolo nella disperazione e nelle tenebre! 

C’era una creatura antica e forte, nobile e saggia, che aveva accumulato con immensa fatica un modesto patrimonio per far fronte alla vecchiaia. Ma ecco che un giorno un mascalzone, quel ladro, s’introduce nella sua camera da letto e approfittando del sonno gli ruba l’oggetto più caro e prezioso!

Dov’è la Giustizia se il delinquente entra impunemente nella casa di qualcuno e gli ruba gli averi? Quale strada dovrà percorrere la vittima? Quale autorità può aiutarlo in questa terra senza legge?

Ascoltatemi voi tutti, dalle alte cime delle Montagne Nebbiose alle più profonde caverne sotto Hithaeglir, dai Monti Azzurri al Mare di Nurden. Poiché non posso avere Giustizia avrò la Vendetta, parola di Smaug, il drago!




Il racconto è stato scritto dall’Errante per il n. 28 di A6 Fanzine, dedicato al mondo di Tolkien.






Nessun commento:

Posta un commento

Lasciate una traccia del vostro passaggio, come un'onda sulle acque del Lago dei Misteri...

Post più popolari

Follow by Email

"Di un fatto del genere fui testimone oculare io stesso".

Ludovico Maria Sinistrari di Ameno.