sabato 30 marzo 2013

Buona Pasqua con coniglietto



Nel 1682 Georg Franck von Frankenau pubblicò il "De ovis paschalibus" ("A proposito delle uova pasquali") in cui riportava un'antica tradizione dell'Alsazia secondo cui una Lepre Pasquale portava delle Uova Pasquali in occasione di questa festa.

Le lepri, come i conigli, sono considerati fin dall'antichità simbolo di fertilità. Chi vive in campagna osserva nel periodo primaverile le forsennate danze amorose di questi simpatici animali, scatenati nei corteggiamenti sui prati. 

Questo antico simbolo di fertilità e di rinascita della natura si fuse con la tradizione cristiana. Poiché le uova erano vietate in Quaresima, il giorno di Pasqua se ne faceva invece largo consumo ed erano regalate sode ai bambini perché ne mangiassero. Esse venivano colorate di rosso per ricordare il sangue versato da Cristo durante la passione. Da qui la tradizione del coniglietto pasquale che porta le uova variamente colorate.

Buona Pasqua!


domenica 24 marzo 2013

La lingua piemontese e i misteri dei rubinettai



La "COMPAGNIA DIJ PASTOR", Associazione per lo studio, la conservazione e la diffusione del patrimonio linguistico e culturale tradizionale nei territori del Verbano Cusio Ossola e del Novarese ha organizzato il nuovo corso di lingua piemontese nelle varianti del Verbano Cusio Ossola e Alto Novarese.



Il corso è realizzato in collaborazione con Ca dë Studi Piemontèis – Centro Studi Piemontesi - Torino e vedrà una puntata anche al Museo del Rubinetto, il 19 aprile quando racconterò le misteriose origini del distretto industriale del rubinetto, uno dei più attivi contribuenti allexport commerciale del nostro paese.


La partecipazione al corso è gratuita, ad esclusione della cena del 30 maggio; gli interessati possono presentarsi direttamente agli incontri.
Per informazioni Compagnia dij Pastor, tel. 347 08 50 177 - 0323 60975 - 334 24 60 473 - fax 0323 691048 compagniadijpastor@alice.it - http://compagniadijpastor.ilcannocchiale.it

lunedì 11 marzo 2013

Nasce l'ICWA, l'associazione degli scrittori italiani per l'infanzia




In occasione della cinquantesima edizione dell'annuale Fiera del Libro per Ragazzi che si terrà a Bologna dal 25 al 28 marzo 2013, verrà presentata - mercoledì 27 marzo alle 11.30, presso la Sala Ronda - l'ICWA (Italian Children's Writers Association), la prima associazione nata al fine di collaborare alla promozione in Italia e nel mondo della letteratura junior e degli autori italiani per l'infanzia e l’adolescenza. Seppur diversi e decisamente eterogenei per anzianità editoriale, tematiche, stile, i 50 iscritti rappresentano ampiamente la letteratura italiana contemporanea per bambini e ragazzi a livello nazionale e internazionale. Tra di loro vi sono i vincitori dell’Andersen italiano o del Bancarellino, scrittori pluripremiati e giovani emergenti.

L'ICWA - fondata nell'ottobre 2012 - si prefigge principalmente tre obiettivi:
1. collaborare a un’apertura - in termini culturali e di mercato - internazionale più ampia e significativa della letteratura italiana per l'infanzia; 
2. stabilire un dialogo proficuo con gli editori italiani per valorizzare, in modo più incisivo,anche all’estero, la nostra letteratura per ragazzi orientando le scelte verso proposte che possano essere rappresentative della ricchezza della produzione editoriale nostrana;
3. invertire la tendenza (tutta italiana) secondo la quale la letteratura per l'infanzia apparterrebbe a una cultura di serie B. Tale orientamento ha reso di fatto invisibile la produzione letteraria dedicata ai bambini e ai ragazzi. 

Per maggiori informazioni visitate il sito http://www.icwa.it


domenica 3 marzo 2013

La Giornata del Drago



Il 23 aprile, festa di San Giorgio, si svolgerà la prima “Giornata del Drago”.


 Perché il drago rappresenta la potenza della fantasia narrativa, delle saghe e delle leggende ed è sano e opportuno coltivare queste virtù; ma anche la forza selvaggia e primordiale della natura che dobbiamo tutelare, ma l’elenco dei motivi è in continuo aggiornamento e se volete potete contribuire.


Volete aderire anche voi in qualche modo? Qui trovate tutte le modalità per farlo

Post più popolari

Follow by Email

"Di un fatto del genere fui testimone oculare io stesso".

Ludovico Maria Sinistrari di Ameno.